Il gelso, la mora e la ciliegia…

22 maggio 2009

GelsoL’asfalto sotto i piedi, a bordo campo l’erba medica ha raggiunto la mia altezza. Poco più in la i rovi sono un trionfo di fiori teneri e rosa, il gelso ha i frutti grassi, dal verde virano di giorno in giorno al lilla. Il ciliegio in fondo alla via trasforma i frutti che lasciano il mimetico verde foglia per passare al rosso sempre più vivo e poi traslucido.
Ho atteso, attendo. So per certo, però, che quando i frutti saranno belli colorati e ben maturi, le spine dei rovi mi impediranno di gustare quelle splendide more e il gelso e il ciliegio saranno ben difesi dalle erbe alte e i corvi banchetteranno beffardi.

Quello che l’inverno presentava come un facile sentiero glabro, che portava a frutti promessi vicini e disponibili, oggi è una meta irraggiungibile. Così è la vita.


Usiamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione nel nostro sito web.
Ok