Dimissioni della colf 1: secondo giorno

Secondo giorno

Mi carico di flemma e riprendo la ricerca delle informazioni perdute.  Provo a richiamare l’INPS. Solita trafila premi il tasto, 1 poi un altro testox, poi aspetta. Alla fine il messaggio mi dice che gli operatori sono tutti occupati, e che comunque le informazioni sono sul sito (mi sento di nuovo un po’ presa per i fondelli, ma proseguo) infine che posso lasciare il mio numero digitando 3 o riprovare più tardi.

Decido di riprovare più tardi col telefono e nel frattempo di riprovare a mandare una mail attraverso il servizio InpsRisponde per “inoltrare all’INPS, via e-mail, richieste di chiarimenti….

[Nota: chi non vuole ridere può andare in fondo alla pagina Dimissioni della colf 1: secondo giorno e scoprire subito cosa fare in caso di dimissioni della colf. ]

Compilo la loro maschera di inserimento richiesta e la schermata successiva con tutti i dati in più…. e finalmente “Inserimento della richiesta completato con successo. A breve riceverà una e-mail, all’indirizzo da Lei inserito, contenente il numero di protocollo assegnato alla Sua richiesta. Con il codice fiscale e il numero di protocollo potrà reperire, nella sezione Ricerca Richiesta, raggiungibile dall’home page del servizio, lo stato di lavorazione della richiesta.” Ovviamente “a breve” non mi è arrivato nulla, un paio d’ore dopo si… (ma quel punto avevo già risolto).

Continuo a cercare informazioni e mi imbatto, in un’altra parte del sito, nell’informazione che sto cercando (forse):” Come si comunica la cessazione del rapporto di lavoro domestico?” R: “La cessazione deve essere comunicata al Centro per l’Impiego attraverso il modello UNILAVDOMESTICOCESSAZIONE, scaricabile dal sito www.lavoro.gov.it, e pluriefficace anche per INPS, INAIL e Sportello Unico per l’Immigrazione.” Peccato, anche qui l’informazione è quella sbagliata.

Proseguo nella ricerca,  su www.lavoro.gov.it “UNILAVDOMESTICOCESSAZIONE” non esiste: tempo perso.

Chiamo allora i Servizi Lavoro della Provincia di Milano e mi imbatto di nuovo nel muro di gomma: deve contattare l’INPS - ma non sono raggiungibili, lei non sa dirmi qualcosa? - noi non ci occupiamo più delle colf, se proprio vuole usi la solita procedura, scarichi il modulo e lo invii via fax - solita? ma per me è la prima volta, non so cosa devo fare, dove trovo il modulo? a chi mando il fax? - Il modulo lo trova sul sito del ministero - Ma, ho già provato a scaricarlo, al posto del modulo c’è scritto che la procedura è cambiata e il modulo non va più mandato, ma nemmeno li dicono quale è la nuova procedura, lei non sa proprio nulla? - no chiami l’imps - Ma non mi rispondono, è da ieri che provo…. vabbè grazie arrivederci.

Quasi rassegnata a non poter risolvere… riprovo a chiamare l’INPS e [Yeeeeeee] prendo la linea! Non c’è più la vocina sarcastica che alla fine degli innumerevoli passaggi mi dice di guardare il sito per trovare tutte le informazioni. Dopo soli 3 minuti di attesa mi risponde un giovane dal simpatico accento partenopeo. Senza accennare alle traversìe gli espongo il problema: - si è licenziata la colf, che devo fare? - Mi dia i dati del datore di lavoro, basta dirlo a noi! Inizio a dettare il codice fiscale, arrivo alla terza cifra e lui: - Mi scusi deve attendere! Devo riavviare il computer, mi si è incastrato un tasto della tastiera ed è andato in tilt tutto quanto.

Io [sorridendo] al telefono - ma si figuri, riavvii pure, sono solo due giorni che tento di contattarvi, non sarà questa poca attesa a… [dentro di me: NOOOOOOOOOOOOOOOOOOO ANCHE WINZOPP CHE SI SQUAGIA…. ECCHECCAPPERO DI TASTIERE C’HANNOOOO]. Dopo 7 minuti di riavvio e di imbarazzo da parte del gentile giovanotto, finalmente comunico i dati, comunico, i termini, e lui mi detta un numero, raccomandandosi di segnarmelo e di custodirlo gelosamente. Infine mi raccomanda di segnare sull’ultimo bollettino dei contributi la stessa identica data di termine del rapporto e prova a congedarsi. Io con calma gli racconto l’accaduto e chiedo cortesemente di aggiornare le pagine web con l’informazione che tanto ho cercato. Risposta: lei non sa quante circolari ci arrivano! Immagino! Talmente tante da impedirvi discrivere per 10 mesi “Le dimissioni della colf vanno comunicate al numero verde INPS” e chissà per quanto ancora! Povera Italia!

In sintesi quello che mi è stato detto:

  • Basta la comunicazione verbale da parte della Colf (se non mi hanno dato un’informazione errata)
  • La comunicazione all’INPS va fatta telefonicamente (non è prevista procedura online) [ndr: mi hanno detto che in realtà è prevista ma non funziona]

Grazie Brunetta per aver semplificato! Ma farlo sapere, no!?

6 Commenti a “Dimissioni della colf 1: secondo giorno”

  1. Patrizio scrive:

    Cara amica, ciò che tu dici è assolutamente vero. Mi sono perfettamente rivisto nella tragica situazione. E’ bello immaginare che tutto sia stato semplificato. E’ bellissimo credere che basta una semplice chiamata telefonica per risolvere. Purtroppo viviamo una fase di passaggio. La procedura anche se teoricamente semplificata merita un più attento riesame. Comunque meglio che andare in giro per uffici a far code.

  2. ensabry.it scrive:

    Mi auguro, che sia veramente una fase di passaggio. I progressi ci sono e si vedono, tuttavia, è sempre vivo il timore che non si vada a completare con una vera riforma del modo di fare le cose, sotto tutti i punti di vista, non solo ingaggiando lavoratori al contact center (che spero vivamente vengano assunte a tempo indeterminato, perchè non ci si può affidare a precari demotivati per un servizio che tocca così da vicino la vita della gente).
    Ma, anche se non sembra dai miei post, sono ottimista. Voglio bene al mio paese, voglio che funzioni meglio. Far conoscere quel che non va, può dare materia su cui lavorare a chi deve porre rimedio.

  3. Tina scrive:

    Non si può immaginare come sono contenta in questo momento perchè finalmente dopo ricerche su siti e telefonate varie ( al ns Centro per l’Impiego mi hanno detto che bisognerebbe continuare a comunicare i dati del lavoro domestico) mi sono imbattuta in questa tua descrizione tragicomica… ma ho così saputo cosa fare. Grazie di cuore, qualcuno che sa dare una risposta per la cessazione di una badante.
    e questo conferma che siamo ancora nella fase transitoria , dopo appena qualche mese… :-(

  4. ensabry.it scrive:

    Sono contenta di esserti stata utile! Grazie dei ringraziamenti, fanno sempre piacere :-)

    Visto il tuo commento sono andata a controllare il sito dell’INPS. Hanno messo su un sito nuovo rispetto al momento cui si riferisce il mio articolo, ho esplorato un pochino, giusto per vedere se le cose erano cambiate, non ci sono stata molto, non ho fatto un’analisi accurata del modo di fornire le informazioni, ma ho trovato l’indicazione di come procedere con la comunicazione di cessazione nella pagina di “DICHIARAZIONE DI ASSUNZIONE DEI LAVORATORI DOMESTICI” che si raggiunge cliccando sul link del menu “informazioni utili
    facendo la caccia al tesoro tra le righe… torno a dire ALLUCINANTE. Da aggiungere che i rimandi e i link sono generici e non cliccabili. NON ci siamo ancora!!! Devono imparare a comunicare oltre che a semplificare!
    Devo comunque ammettere che il tutto è migliorato e che ci sono molte novità, tuttavia la ricerca non è agevole e la disomogeneità delle varie parti del portale non aiuta gli utenti normali.

  5. anna scrive:

    assolutamente vero. oggi 26 dicembre ho passato un pomeriggio a cercare. ancora non sono sicura di nulla e la colf va via domani . la ricerca non è agevole e la disomogeneità delle varie parti del portale non aiuta gli utenti normali.
    anna

  6. ensabry.it scrive:

    Nell’articolo alla fine indico cosa fare: basta una telefonata al numero verde INPS: 803164, sperando di non avere la mia sfortuna nel prendere la linea :-)
    Ma qui: http://www.inps.it/newportal/default.aspx?iNodo=4994 o qui https://servizi.inps.it/newportal/default.aspx?iIDServizio=95 non hai trovato tutte le informazioni? cosa ti manca?

Usiamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione nel nostro sito web.
Ok