Colf: in fuga son due

23 maggio 2009

Un festoso saluto ai miei rari lettori.

A distanza di pochi giorni dalla prima colf e a tre mesi e mezzo dalla burocraticamente sofferta assunzione, anche la seconda persona che bada alla suocera ha rassegnato le dimissioni. Non proprio spontaneamente, ma era la sola via per evitare una situazione spiacevole. In sostanza, leggiadra e sorridente ci arriva una mattina e ci comunica che va via per tre mesi. Si noti che con un incredibile arrotondamento in su, le ferie maturate erano di 7 ore :-D

Ok, che facciamo… tre mesi si e tre no? ÈH?! Allora le abbiamo chiesto la cortesia della coerenza e di non costringere noi ad una spiacevole lettera di licenziamento, ma di farci una letterina in cui, con sommo dispiacere ci ringraziava dell’opportunità ma ci informa pure di non poter proseguire il rapporto.

Grazie. Grazie. Pacca sulla spalla e ciao.

P.S.: è vero che la persona per la quale prestava servizio non era delle più facili, ma il vero motivo della fuga è stato di averla assunta con un contratto regolare… meditate gente… meditate….


Il gelso, la mora e la ciliegia…

22 maggio 2009

GelsoL’asfalto sotto i piedi, a bordo campo l’erba medica ha raggiunto la mia altezza. Poco più in la i rovi sono un trionfo di fiori teneri e rosa, il gelso ha i frutti grassi, dal verde virano di giorno in giorno al lilla. Il ciliegio in fondo alla via trasforma i frutti che lasciano il mimetico verde foglia per passare al rosso sempre più vivo e poi traslucido.
Ho atteso, attendo. So per certo, però, che quando i frutti saranno belli colorati e ben maturi, le spine dei rovi mi impediranno di gustare quelle splendide more e il gelso e il ciliegio saranno ben difesi dalle erbe alte e i corvi banchetteranno beffardi.

Quello che l’inverno presentava come un facile sentiero glabro, che portava a frutti promessi vicini e disponibili, oggi è una meta irraggiungibile. Così è la vita.


Dimissioni della colf 3: e le ferie?

12 maggio 2009

Terminata l’avventura alla scoperta della modalità (nuova) di comunicazione del termine del rapporto di lavoro, mi rendo conto di aver forse dimenticato un piccolo tassello. Dico forse perchè il contratto concluso tra le parti e controfirmato prevedeva 30 giorni di prova e ricordavo di aver letto da qualche parte o che qualcuno mi aveva detto che nel periodo di prova non maturano le ferie. Boh. Essendo i giorni di lavoro inferiori ai trenta forse le ferie non sono dovute…. forse!

Leggi il resto di questo articolo »


Usiamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione nel nostro sito web.
Ok